Sei qua
Home > Esercizi & Skills > Plank > Differenza tra i 2 tipi di plank: avambracci e mani

Differenza tra i 2 tipi di plank: avambracci e mani

Plank

Differenza tra i 2 tipi di plank: avambracci e mani by Daniel Vadnal

Ti sei mai chiesto qual è la differenza fra le due tipologie più diffuse di plank? Ovvero plank sugli avambracci (o plank sui gomiti) e plank sulle mani (o plank a braccia tese).

Partiamo dal dire che il plank sugli avambracci è più difficile rispetto a quello sulle mani, perché nella variante sulle mani il corpo è leggermente inclinato creando “un vantaggio naturale“. Dal punto di vista del contatto con il pavimento invece è più semplice da eseguire la versione sugli avambracci, questo perché si ha una superficie di appoggio maggiore rispetto alle sole mani.

Uno modo per rendere la versione sulle mani più difficile è quello di compensare la pendenza elevando i piedi in modo tale da rendere il corpo perfettamente parallelo al pavimento. In questo modo oltre a rendere l’esercizio più impegnativo (quindi più efficace, se eseguito in maniera corretta) richiede anche l’attivazione delle scapole, cosa che tornerà senz’altro utile quando si andranno ad affrontare skills più complesse come ad esempio la planche.

Ringraziamo Daniel Vadnal per aver condiviso con noi questo video.

Informazioni articolo
Differenza tra i 2 tipi di plank: avambracci e mani
Titolo
Differenza tra i 2 tipi di plank: avambracci e mani
Descrizione
Ti sei mai chiesto qual è la differenza fra le due tipologie più diffuse di plank? Ovvero plank sugli avambracci e plank sulle mani.
Autore
Autore
BarBrothers.it
Logo

Altri articoli:

One thought on “Differenza tra i 2 tipi di plank: avambracci e mani

Lascia un commento

CommentLuv badge
Top