Home / Esercizi / Esercizi Dorsali / Rematore con bilanciere

Rematore con bilanciere

Impara ad eseguire correttamente il rematore con bilanciere, scopri quali sono i muscoli coinvolti e le varianti più diffuse.

Rematore bilanciere

Nel mondo del fitness, sia in palestra e sia con gli attrezzi a casa, il rematore con bilanciere è da tempo visto come uno dei migliori esercizi per la schiena o meglio ancora per allenare e aumentare la forza e la massa muscolare dei muscoli dorsali insieme alle trazioni alla sbarra.

Rematore bilanciere: cosa è?

Il rematore con bilanciere è un esercizio fisico multi articolare cosiddetto di tirata orizzontale che riguarda la parte superiore del corpo. In sostanza, è la variante di esercizio rematore più diffusa ma di difficoltà elevata, quindi è ideale per chi possiede una grande esperienza di allenamento.

Ma cosa è l’esercizio rematore con bilanciere nel dettaglio: permette nel particolare di allenare i muscoli dorsali in contemporanea con i muscoli del braccio.

Come eseguire correttamente il rematore con bilanciere

Ecco quali sono i 3 step per eseguire correttamente l’esercizio rematore con bilanciere:

  1. La posizione: bisogna avere le ginocchia leggermente flesse e la distanza tra i piedi poco più larga del bacino, inclinando la schiena quasi da renderla parallela al suolo. Con le braccia tese, la schiena contratta e le scapole protratte e depresse, si prende il bilanciere con presa poco più ampia delle spalle. Quindi è fondamentale tenere la postura corretta senza incurvare la schiena durante il movimento dell’esercizio.
  2. L’esecuzione: a questo punto si solleva il bilanciere fino a toccare il busto. Il movimento deve comprendere solo le braccia tenendo i gomiti lungo i fianchi. Al momento si contraggono i dorsali e poi si abbassa il bilanciere lentamente senza muovere altre parti del corpo
  3. La respirazione: è importare per eseguire correttamente l’esercizio rematore con bilanciere poiché durante il sollevamento, quindi in fase concentrica si espira e si inspira nella successiva fase eccentrica, nel momento in cui si torna nella posizione inziale.

Ecco uno dei migliori video presenti in rete dimostra come eseguire correttamente il rematore con bilanciere (barbell row in inglese) by Jeremy Ethier.

Le varianti di rematore bilanciere più efficaci

  • Manubrio con appoggio: questa variante di esercizio rematore necessita solo di un appoggio e di un manubrio. Prevede un allungamento incompleto con la spalla che parte da 90 gradi circa di flessione fino ad un accorciamento completo con i gomiti che spingono fin dietro il busto.
  • Con due manubri o kettlebells: consiste nel far oscillare con due mani i manubri o i kettlebells frontalmente, l’oscillazione è data dalla spinta delle gambe e del bacino.
  • Panca: La variante dell’esercizio rematore con panca è consigliato per chi non ha i muscoli abbastanza robusti e di conseguenza è lo stesso ma eseguito in modo da consentire di appoggiare il busto su una panca
  • Presa prona: è la classica versione che concentra lo sforzo sugli estensori trasversali della spalla a scapito di quelli sagittali
  • Presa supina: è la versione in cui il bilanciere, i manubri o i kettlebells vengono afferrati con una presa inversa (con i pollici rivolti verso l’esterno)
  • Presa neutra: questa presa (pollici paralleli) impone di ridurre al minimo l’angolo di apertura dell’omero sul piano sagittale. Può essere eseguito con i manubri, i kettlebells ed anche con il bilanciere se disponete di un accessorio come Angels 90

Rematore muscoli coinvolti

I muscoli coinvolti dall’esercizio rematore sono le spalle e soprattutto i dorsali.

Ecco nel dettaglio i muscoli convolti:

  • Il gran dorsale
  • Il deltoide posteriore
  • Il trapezio centrale ed inferiore
  • I muscoli della schiena come i romboidi e i sottospinati,
  • Il bicipite brachiale
  • I paraspinali

È importante l’intervento dei muscoli addominali come stabilizzatori (glutei e femorali).

Benefici del rematore con bilanciere

È un esercizio fisico ottimo per lo sviluppo della muscolatura della schiena. È completo perché stimola il muscolo gran dorsale in primis ma coinvolge la parte superiore del corpo e i muscoli complementari dislocati lungo la schiena.

Poi, seguito correttamente, migliora l’assetto scapolare e la postura anche. I benefici dell’esercizio rematore con bilanciere sono legati particolarmente alla massa e alla forza muscolare e alla coordinazione intermuscolare.

Errori comuni

Gli errori comuni dell’esercizio rematore con bilanciere sono pochi ma importanti per chi fa questo tipo di sport mediamente:

  • I principianti non devono ricorrere alle tecniche per professionisti
  • Non bisogna avere un’eccessiva verticalità del tronco
  • È sbagliato posizionarsi con un’eccessiva flessione lombare

FAI CONOSCERE BARBROTHERS.IT ANCHE AI TUOI AMICI

FacebookTwitterWhatsAppLinkedInPin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.